eventi

Venerdì 16 luglio 2021 alle ore 18:00, in occasione della nuova edizione del libro “Aida 1921”, la direttrice artistica del Macerata Opera Festival Barbara Minghetti dialoga con la regista di “Aida” Valentina Carrasco, nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi. Insieme a loro Emanuela Balelli (presidentessa del Centro Studi “Carlo Balelli” per la Storia della Fotografia) e Alessandra Sfrappini, tra le firme del volume “Aida 1921”.

Ingresso gratuito con prenotazione qui 👉bit.ly/Aida1921

Il presente volume, ristampato nel centenario dalla prima rappresentazione dell’Aida e in occasione della mostra, allestita presso i locali della Galleria Gaba di Macerata, presenta preziose immagini, per la perfezione tecnica, il gusto artistico e l’alto valore storico. La pubblicazione si avvale di validi contributi a corredo delle immagini e dei documenti. Il saggio di Giuseppe Trivellini documenta la trasformazione di un’Arena edificata per attività sportive in teatro e ci introduce nella storia dell’opera lirica all’aperto; Donatella Donati, che ricordiamo qui con profonda stima ed affetto, ci narra della prima Aida, rappresentata al Cairo nel 1871; Lucia Tancredi traccia un piacevole affresco della storia d’amore tra Francisca Solari e il conte Conti. Un approfondimento ricco di informazioni ci viene offerto dal testo di Nicola di Monte, che prende in esame la genesi e la realizzazione dello spettacolo, sia dal punto di vista economico, sia organizzativo, mentre con il saggio di Alessandra Sfrappini scopriamo i tesori custoditi nelle Biblioteche maceratesi, preziose memorie per la storia della Città. La pubblicità di quel periodo costituisce l’argomento dell’attento studio di Ivano Palmucci, che tratteggia per immagini la vita sociale ed economica dell’epoca; il testo di Emanuela Balelli, nipote di Alfonso, ricostruisce l’ambiente familiare e professionale dello Studio Fotografico Balelli al momento della realizzazione del servizio fotografico sull’Aida del 1921. Chiude la pubblicazione un ricco e composito apparato fotografico e documentario, costituito da giornali, da manifesti pubblicitari e dalla rassegna stampa relativa alle rappresentazioni.

Un particolare ringraziamento all’Associazione Arena Sferisterio e a Luciano Messi, al Direttore Artistico Barbara Minghetti, all’Amministrazione Comunale di Macerata, alla Biblioteca Mozzi-Borgetti e alla Biblioteca Statale di Macerata, e alla Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, Rossella Ghezzi, per la proficua e felice collaborazione.

Comments are closed.