Inaugurata a Macerata la Mostra “AIDA 1921”

Il vasto e variegato Fondo Fotografico Balelli, vanto e orgoglio della città di Macerata, conservato presso la Biblioteca Mozzi-Borgetti, la Biblioteca Statale e la famiglia Balelli, in forma pubblica e privata, ha sempre nuovi tesori da svelare. Si lascia scoprire a poco a poco; si crede di conoscere a memoria ogni immagine, paesaggio o ritratto, e invece, nel lavoro di ricerca che il Centro Studi ha intrapreso e continua a portare avanti, le sorprese sembrano non finire mai.

Le splendide immagini realizzate da Alfonso Balelli, nell’estate del 1921, in occasione della prima Aida allo Sferisterio testimoniano diversi aspetti di quel grandioso evento, dalla costruzione del palcoscenico all’allestimento delle scenografie, dalle rappresentazioni ai momenti di svago delle compagnie dei cantanti, ma il ritrovamento delle belle immagini, raffiguranti il cast in costume di scena, sulle quali ogni cantante ha voluto apporre una dedica “al bravo e valente fotografo”, costituiscono un prezioso e raro documento.

Nella stagione lirica del ’21, Alfonso Balelli aveva avuto un ruolo importante anche quale membro del Comitato creato dalla Società Cittadina dei pubblici divertimenti e, in quel periodo, il suo Studio Fotografico figurava tra i più forniti e rinomati. Elegante e raffinato ritrattista, ci restituisce con i suoi scatti non solo le atmosfere, il fermento dei preparativi, la bellezza dei costumi, ma soprattutto ci rende partecipi di quel profondo rapporto tra teatro e fotografia, tra realtà e finzione, tra il fotografo e l’artista che viene ritratto.

La mostra “Aida 1921. La prima stagione lirica allo Sferisterio di Macerata” sarà visitabile sino al 31 agosto 2021, dal martedì al sabato dalle ore 17 alle ore 20, presso la Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Macerata in Piazza Vittorio Veneto.

Posted in Varie | Tagged , , | Leave a comment

A Donatella: ricordo del Centro Studi Carlo Balelli

IMG_0971

Grande dolore ha suscitato nel “Centro Studi Carlo Balelli per la storia della fotografia”, e non solo, la scomparsa della carissima professoressa Donatella Donati che ha aderito fin dal primo momento come socia fondatrice, sottoscrivendo l’atto di costituzione il 23 novembre 2009 nella prestigiosa sede della Biblioteca Comunale Mozzi-Borgetti.

Eletta a pieni voti nel primo direttivo con la funzione di Vice Presidente prese parte attiva con la sua esperienza e i suoi consigli equilibrati e saggi alla fase di avvio del Centro che non voleva essere un club fotografico o una semplice associazione di appassionati di fotografia, ma si voleva creare un “soggetto” che avrebbe dovuto evidenziare il contributo dato dai fotografi Balelli, con la loro ampia produzione, alla storia della fotografia, sia a livello locale che nazionale.

Nei due mandati come Vice Presidente l’amica Donatella ha dato lustro a tutte le iniziative del Centro, intervenendo alla presentazione di libri e di mostre. Un suo grande contributo è stato in occasione dell’organizzazione a Macerata del 55° Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia «Le Marche nella Macroregione Adriatico-Ionica. Aggiornamenti scientifici e didattici», a cura del prof. Carlo Pongetti dell’Università maceratese svoltosi dal 27 settembre al 5 ottobre 2012. Fu lei a suggerire il titolo della mostra fotografica «E figurato è il mondo in breve carta», riprendendo il verso 98 della canzone Ad Angelo Mei di Giacomo Leopardi e fu lei a curarne la pubblicazione del catalogo “Paesaggi delle Marche nella fotografia dei Balelli” insieme ad Emanuele Balelli e Carlo Pongetti. Porta, inoltre, la sua firma il contributo “1871-1921 Cinquant’anni di Aida” pubblicato nel catalogo “Aida 1921. La prima stagione lirica allo Sferisterio di Macerata nelle foto Balelli” del 2014.

Cordiale e affabile, più volte ha ospitato le riunioni del direttivo del Centro Studi a casa sua e il suo salotto, tappezzato di libri, si trasformava in un vero e proprio salotto letterario dove le discussioni ed il confronto di idee si protraevano fino alle ore piccole con una padrona di casa sempre brillante ed instancabile. Finché ha potuto non è mai mancata agli eventi del Centro Studi. Lascia un grande vuoto nel panorama della cultura maceratese, ma lascia un grandissimo ricordo come persona, come scrittrice, come studiosa e come docente.

Grazie Donatella, grazie di cuore.

(i.p.)

SONY DSC

23 novembre 2009 – Firma dell’Atto Costitutivo del Centro Studi Balelli

 

IMG_0944

7 luglio 2010 – Presentazione del Centro Studi Balelli

 

Unknown

settembre 2012 – Mostra fotografica “E figurato è il mondo in breve carta”

Posted in Varie | Tagged | Commenti disabilitati su A Donatella: ricordo del Centro Studi Carlo Balelli

Carlo Balelli e il lavoro

manifesto_light

Posted in Mostre | Tagged , | Leave a comment

BALELLI / STRANGES sguardi sul fronte

locandina-balelli-stranges

 

BALELLI / STRANGES sguardi sul fronte. Il fotogiornalismo di guerra ieri e oggi

Abbadia di Fiastra (Tolentino) – ex ospizio dei pellegrini / aula verde sabato 19 ottobre 2019, ore 17:30

Posted in Conferenze | Tagged , , | Leave a comment